Didattica a distanza, cyberbullismo e la legge n. 71/2017

13.07.2020

di Angela Malafronte, docente, autrice di articoli giuridici su riviste scientifiche online

Sebbene la didattica a distanza ha avuto come importante merito quello di aver portato in salvo l'anno scolastico, permettendo ai docenti, di ogni ordine e grado, di proseguire le lezioni bruscamente interrotte a causa della pandemia del Covid 19, tristemente meglio conosciuta come "Coronavirus", è pur vero che attraverso le tecnologie digitali e la didattica online si è determinata la totale spersonalizzazione delle lezioni scolastiche rendendole, di fatto, prive di ogni forma di contatto umano e, dunque, completamente manchevoli dell'imprescindibile parte affettiva, di per sé necessaria al fine di ottimizzare il percorso di crescita personale, oltre che culturale, di ciascun minore.

(continua...)