Il revenge porn: tra progresso giuridico e tecnologico

18.07.2020

di Simona Panzone, praticante avvocato

Il termine "revenge porn" deriva dalla commistione dei termini vendetta (revenge) e pornografia. Fin da subito appare evidente come l'utilizzo congiunto di queste terminologie denoti un fenomeno il quale prevede un utilizzo distorto di video e immagini private a sfondo sessuale, senza il consenso del soggetto ivi ritratto e a scopo meramente vendicativo. Negli ultimi anni assistiamo ad un triste incremento dei casi di vendette a sfondo sessuale, complice anche il ruolo crescente che stanno assumendo nelle nostre vite quotidiane i canali social.

La vittima, nella maggior parte dei casi, è sentimentalmente legata all'autore di tali condotte il quale agisce, ad esempio, in seguito alla fine di una relazione e ha come unico scopo quello di intimidire la vittima o, nei casi più gravi, umiliarla a tal punto da ledere la sua immagine e reputazione.

(continua...)