Revenge porn tra Millennials: quando la vendetta diventa virale

20.02.2020

di Dott.ssa Maria Vittoria Prati, dottoranda di ricerca in diritto penale

Il cyberbullismo colpisce sempre più la sfera intima dei minori. Un fenomeno indotto anche dall'uso distorto che oggi i nativi digitali fanno della Rete, in particolare della pratica del sexting. Le culture giovani si stanno evolvendo dal punto di vista tecnologico e nascono continuamente nuove forme comunicative nei campi dei social network e dei mezzi di messaggistica istantanea (es. Whatsapp, Tik Tok o Snapchat, per citarne alcuni).

Il diritto penale a volte non riesce a stare al passo con questi mutamenti e, in molte occasioni, le difficoltà ad adeguare la norma penalistica all'evoluzione social(e) devono essere supplite dal Giudice che ha il compito di colmare i vuoti normativi attraverso la propria attività nomofilattica e interpretativa.

(continua...)